Cannolo di linguine, spuma di Pecorino Romano DOP, crema di carciofo e polvere di carciofo

Scroll
N.persone

4

durata preparazione

preparazione

cottura

Cannolo di linguine, spuma di Pecorino Romano DOP, crema di carciofo e polvere di carciofo

INGREDIENTI

Per il cannolo di pasta

Linguine n.24;

Olio di semi di girasole q.b.

Per la spuma di Pecorino Romano DOP

Pecorino Romano DOP g.300;

Panna pesante g.100;

Proespuma calda g.8;

Latte ml.300;

Noce moscata q.b.

Sale q.b.

Pepe in polvere q.b.

Aglio n. 1;

Per la crema di carciofo

Carciofi n.2;

Scalogno n.1;

Capperi sott’aceto n.5;

Moscato ml.50;

Panna ml. 50;

Sale q.b.

Pepe q.b.

Per la polvere di carciofo

Carciofi n.2

preparazione

Per il cannolo: Stracuocere le linguine in acqua; una volta stra­cotte arrotolare a spirale una ad una intorno allo stampo cilindrico. Abbattere in negativo per far mantenere la forma e

friggere in olio di semi di girasole tra i 220° e i 230°C; rimuovere dallo stampo.

Per la spuma di Pecorino Romano DOP: Frullare in un frullatore a caldo, tutti gli ingredienti a 60°C per 10 minuti. Passare al colino togliendo eventuali residui solidi, trasferire in un sifone e man­tenere a 60°C prima del servizio.

Per la crema di carciofo: Pulire i carciofi, tagliarli finemente. Soffriggere lo scalogno, aggiungere capperi e sfumare con vino bianco. Una volta evaporato aggiungere i carciofi e lasciar stufare fin quando non saranno morbidi (aggiungere mestoli di brodo vegetale durante la cottura). Aggiungere la panna e travasare in un contenitore per frullare. Passare al setaccio e inserire in un sac à poche.

Per la polvere di carciofo: Pulire e tagliare finemente i carcio­fi, sbianchire in acqua bollente per 2 minuti, asciugare, lasciare essiccare in forno a 60°C. Una volta essiccate frullare e ricavare una polvere.

 

FINITURA E PRESENTAZIONE

Farcire il cannolo con la spuma di Pecorino Romano DOP, mettere sopra la crema di Pecorino Romano DOP in quantità molto moderata. Sopra alcuni ciuffi di crema, adagiare le foglie di carciofo fritte. Spolverare con la polvere di carciofo e Pecorino Romano DOP grattugiato e servire.

CHEF: Andrea R.

Istituto Alberghiero: Maggia – Stresa

 

CONDIVIDI

contatti

Consorzio per la tutela
del formaggio Pecorino Romano

Corso Umberto I, 226
08015 Macomer NU
Italia

Per informazioni generali
scrivici qui

Seguici sui social

Scrivici per ricevere
informazioni sul progetto






    Il contenuto di questa campagna promozionale rappresenta soltanto le opinioni dell’autore ed è di sua esclusiva responsabilità.
    La Commissione europea e l’Agenzia esecutiva europea per la ricerca (REA) non accettano alcuna responsabilità riguardo al possibile uso delle informazioni che include.